Cultura Tedesca
lingua italiano
lingua tedesca

CULTURA TEDESCA

Es war einmal… C’era una volta… Musica e fiabe
Culture musicali a confronte 2013

Es war einmal… C’era una volta… Musica e fiabe

Workshop-Concerto per voce e piano

Cagliari, Aula Magna, Liceo “Eleonora D’Arborea”
Venerdi, 20 Dicembre 2013 - ore 11.30

con PAOLA TEDDE (voce) e BORIS SMOCOVICH (pianoforte)

In collaborazione con:
Liceo “Eleonora D’Arborea”, Cagliari

Col patrocinio di:
Goethe-Institut
Ambasciata di Germania in Italia

PROGRAMMA
ROBERT SCHUMANN (1810-1856)
Die wandelnde Glocke
Der Sandmann
Kinderwacht

WOLFGANG AMADEUS MOZART (1756-1791)
Dall’opera Die Zauberflöte:
Ach ich fühl’s

ENGELBERT HUMPERDINCK (1854-1921)
Dall’opera Hänsel und Gretel:
Ein Männlein steht im Walde
Das kleine Taumännchen

 

PAOLA TEDDE
Studia canto a Cagliari presso il Conservatorio di Musica Pierluigi da Palestrina, alla Folkwang Universität der Künste di Essen/Duisburg, in Germania, e Canto funzionale con Cornelius Reid a New York. Si laurea in Pedagogia e Musica a Witten-Annen, Istituto Superiore per gli studi di Pedagogia Steineriana. Completa la sua formazione artistica con una laurea breve in Terapia Cranio Sacrale presso il CCST, College of Cranio Sacral Therapy a Londra.Dopo 22 anni vissuti in Germania, scanditi dalla sua vita concertistica, dall’insegnamento del canto presso istituzioni (Chor der Städtische Musikverein zu Düsseldorf, Royal Academy of Music London, Conservatorio di Musica Pierluigi da Palestrina), cori polifonici, cori da camera e dalla intensa attività di formazione musicale in Europa (Germania, Italia, Olanda) ed in Asia minore (Kyrgistan), attualmente vive e lavora a Cagliari.

BORIS SMOCOVICH
Nato nel 1963, dopo gli studi superiori ha intrapreso quelli musicali diplomandosi nel 1993 in composizione tradizionale presso il Conservatorio di Cagliari sotto la guida dei maestri Angelo Guaragna e Franco Oppo. Parallelamente allo studio della composizione intraprende quello della direzione d’orchestra con i maestri Filippo Caramazza, Adriano Martinolli e Sandro Sanna, sotto la guida del quale si diploma nel 1996.
Dal settembre ’93 dirige stabilmente la corale Polifonica Is Mirrionis – Cantores Mundi e dal febbraio ’94 il coro Pro Loco Dolianova – Inkantos d’Olia. In qualità di direttore d’orchestra e direttore di coro ha in attivo circa 300 concerti. Dal 1998 al 2007 è stato docente di armonia complementare e teoria e solfeggio presso la Scuola Civica di Musica di Villacidro. Nel gennaio del 2008 ottiene il Diploma in Musicoterapia a compimento del Corso triennale di Musicoterapia, patrocinato dalla sezione ANFFAS di Cagliari e dall’Associazione Professionale Italiana Musicoterapeuti (APIM). Nel dicembre 2008 viene nominato direttore della Scuola Civica di Musica di Villacidro, Collinas, Gonnosfanadiga e Villanovafranca. Svolge stabilmente l’attività di musicista e musicoterapista.

LE FIABE DEI FRATELLI GRIMM
Il primo volume delle Kinder- und Hausmärchen di Jacob e Wilhelm Grimm fu pubblicato nel dicembre del 1812. Per celebrare questo importante anniversario, l’ACIT dedica alle fiabe l’appuntamento annuale CULTURE MUSICALI A CONFRONTO coinvolgendo gli studenti del Liceo “Eleonora D’Arborea” di Cagliari in un laboratorio-concerto.

Invito alla lett(erat)ura tedesca 2013

Bruno Tognolini

C'era una volta oggi.... Leggere oggi le fiabe ai ragazzi

Cagliari-Monserrato
Martedi 17 Dicembre 2013 - ore 9.15

ITCS “Da Vinci-Besta”
Aula Magna Sede “Besta”
Via Cesare Cabras, Cagliari-Monserrato

Nell’ambito delle iniziative per il bicentenario della pubblicazione delle “Kinder- und Hausmärchen” dei Fratelli Grimm, Bruno Tognolini incontra le classi di tedesco dell’ITCS “Da Vinci-Besta” di Cagliari-Monserrato per leggere fiabe e discutere su ciò che ancora oggi hanno da raccontarci Jakob e Wilhelm Grimm.

L’iniziativa è organizzata in collaborazione con l’ITCS “Da Vinci-Besta” e con il patrocinio del Goethe-Institut e dell’Ambasciata di Germania in Italia.

 

C'era una volta... oggi
ITCS Da Vinci-Besta

C'era una volta... oggi

Mostra di fiabe illustrate e raccontate

Cagliari-Monserrato
14 - 31 Dicembre 2013

Sede “Besta”, Via Cesare Cabras

Orari di apertura:
Tutti i giorni di apertura dell'Istituto 9-13
Sabato 14 Dicembre 9-13/16-19
Domenica 15 Dicembre 9-13


“Forse era proprio arrivato il momento di metterle [le fiabe] per iscritto: coloro che devono conservarle, infatti, si fanno sempre più rari…”

Con queste parole Jacob e Wilhelm Grimm ci introducono nella loro raccolta di favole, la più famosa al mondo, pubblicata per la prima volta nel 1812. Dopo un lungo e metodico lavoro i due germanisti selezionarono e rielaborarono oltre duecento testi, attingendo alla tradizione sia orale sia scritta proveniente principalmente dalla regione intorno a Kassel.

A 200 anni da quella prima pubblicazione il Goethe-Institut ha invitato 7 autori italiani e 7 autori tedeschi a riscrivere una fiaba per il pubblico del terzo millennio: Eva Baronsky, Giuseppe Culicchia, Viola Di Grado, Marcello Fois, Jacob Hein, Amara Lakhous, Katja Lange-Müller, Dacia Maraini, Michela Murgia, Tilmann Rammstedt, Antje Rávic Strubel, Ingo Schulze e Christine Traber, Lutz Seiler e Sandro Veronesi.

Le 14 nuove fiabe hanno poi ispirato 14 giovani illustratori, studenti della Hochschule für Angewandte Wissenschaften di Amburgo e dell’Accademia delle Belle Arti di Bologna, che ne hanno tratto immagini forti, intense, lontane dalla tradizionale e spesso consolatoria rappresentazione delle favole.

Infine gli attori Matteo Caccia – per la versione italiana – e Ulrike Krumbiegel – per quella tedesca – hanno letto e interpretato per il pubblico le nuove fiabe.

Da questa iniziativa è nata la mostra “C’ERA UNA VOLTA… OGGI. Leggi – Guarda – Ascolta”, che, dopo essere stata in diverse città in Italia e in Germania, arriva ora a Cagliari.

L’ACIT, l’associazione culturale italo-tedesca che rappresenta il Goethe-Institut in Sardegna, l’allestisce a partire dal 14 dicembre presso la sede “Besta” in via Cesare Cabras, Cagliari-Monserrato, in occasione dell’Open Day del nuovo polo economico “Da Vinci-Besta”, con il patrocinio del Goethe-Institut e dell’Ambasciata di Germania in Italia.

 

Es war Einmal... C'era una volta
Cinema Tedesco Oggi 2013

Es war Einmal... C'era una volta

Il cinema tedesco tra fiaba e realtà

Cagliari, Cineteca Sarda - Cinema Odissea
Dal 7 novembre al 17 Dicembre 2013


CINETECA SARDA
GIOVEDÌ 7.11, ore 21.00

GRIMM ANIMIERT 
(Grimm animati)

In occasione del bicentenario della pubblicazione delle fìabe dei Fratelli Grimm, il Goethe-Institut ha invitato giovani artisti italiani e tedeschi e reinterpretare e trasporre le fiabe attraverso il film d’animazione. È così nato il concorso Grimm animiert, i cui cortometraggi più votati dal pubblico e da una giuria italo-tedesca sono stati: Schneewittchen, Sette capretti, Rapunzel, I sette corvi, Il ginepro, Dream’s Shadow, Little red riding hood, Die Käsebraut, The louse and the flea, Rothäppchen. L’ACIT invita l’autrice di Rapunzel a raccontare la sua rielaborazione dell’omonima fiaba dei Grimm.

Intervento di Gitte Hellwig

 

CINETECA SARDA
MARTEDÌ 12.11, ore 21.00

DIE ABENTEUER DES PRINZEN ACHMED
(Le avventure del principe Achmed)

Costato alla sua autrice ben tre anni di lavoro serrato, il film Le Avventure del Principe Achmed narra in maniera assolutamente innovativa le vicissitudini del protagonista contro streghe e stregoni, nelle magiche avventure che deve affrontare per conquistare  la bella principessa. Dopo esser stata distrutta durante i bombardamenti del 1945, questa preziosa opera è stata recuperata per una casualità nell’archivio del British Film Institute nel 1954 ed ora possiamo a ragion veduta considerarla come il primo lungometraggio d’animazione della storia del cinema.

Intervento di Elisabetta Randaccio

 

CINETECA SARDA
GIOVEDÌ 14.11, ore 21.00  

DAS DUMME GÄNSLEIN
(La stupida occhetta)

L’ochetta del film di Fischerkoesen, considerato il “Disney di Hitler”, disubbidisce ai genitori ed esce dalla retta via. Rischia così di essere divorata dalla volpe, che incarna tutti i clichés antisemiti dell’epoca.

HANS MACHT SEIN GLÜCK
(La fortuna di Gianni)

La trasposizione per adulti di questa fiaba sta particolarmente a cuore ai gerarchi nazisti, che investono cifre enormi per produrla e farne uno strumento di propaganda.

DIE GOLDENE GANS
(L’oca d’oro)

Il “film mordi-e-fuggi” della Reiniger, come lei stessa lo definisce, viene realizzato a Berlino nel 1944. E il cibo, che non si trova più nella città bombardata, è raffigurato nel film, che ricrea una sorta di Paese della Cuccagna.

Intervento di Mauro Pala

 

CINEMA ODISSEA
MARTEDÌ 19.11, ore 21.15

DER FISCHER UND SEINE FRAU 
(Il pescatore e sua moglie)

Come nell’omonima fiaba dei Grimm, nella coppia è la donna ad avere un’ambizione smisurata, che mette in crisi l’unione familiare. L’ambien- tazione del film di Doris Dörrie è però moderna: la Germania e il Giappone di oggi, dove nasce l’amore tra Otto, veterinario specializzato in pesci, e Ida, promettente stilista di moda. Mentre Otto si accontenta di una vita semplice, Ida ha, come Ilsebill dei Grimm, grandi piani per il futuro e vuole conquistare il mondo. E il pesce magico è la preziosa carpa koi, per la quale i Giapponesi sono disposti a spendere una fortuna. 

 

CINEMA ODISSEA
MARTEDÌ 26.11, ore 21.15

EMMAS GLÜCK
(La felicità di Emma)

Vincitore di diversi premi cinematografici internazionali, il film di Sven Taddicken racconta l’incontro tra un venditore di automobili, Max, e una contadina, Emma, che riesce a comunicare con gli animali e a vivere in totale sintonia con la natura. A Max, colpito dalla malattia, non resta molto da vivere, mentre Emma deve far fronte ai debiti per non perdere la sua fattoria. Come nelle fiabe, anche in quest’opera, tratta dall’omonimo romanzo di Claudia Schreiber, il tragico e il comico, la morte e la vita coesistono e i personaggi comprendono che la felicità si trova più vicina di quanto non si creda.

 

CINEMA ODISSEA
MARTEDÌ 3.12, ore 21.15

WER FRÜHER STIRBT IST LÄNGER TOT
(Chi muore prima è morto da più tempo)

Protagonista di questa commedia è un bambino, Sebastian, per il quale la vita è una straordinaria avventura. Egli crede, però, di essere responsabile della morte della madre, che non è sopravvissuta quando lo ha dato alla luce. Oltre a questa ‘colpa’ che suo fratello maggiore Franz gli rinfaccia continuamente, ha anche un’altra serie di gravi malefatte sulla coscienza, per cui, notte dopo notte, combatte regolarmente con le forze del purgatorio. Nello sforzo puerile di sfuggire alla pena eterna, Sebastian si caccia in situazioni tragicomiche.

 

CINEMA ODISSEA
MARTEDÌ 10.12, ore 21.15

KRABAT
(Krabat)

Quale sentiero conduce ad una vita felice e autodeterminata? È pos- sibile che attraversando una porta ci si precluda per sempre il passaggio attraverso l’altra?  Queste domande, che ci poniamo incoscientemente già nella pubertà, ci accompagnano poi per tutta la vita. A tal proposito in Krabat c’è qualcosa di universale, sottratto alla dimensione del tempo, che parla della seduzione del potere, della forza dell’amore, di un falso senso di sicurezza e delle sfide della libertà. E come i racconti dei Grimm, la storia si basa su una leggenda popolare. 

 

CINEMA ODISSEA
MARTEDÌ 17.12, ore 21.15

SO GLÜCKLICH WAR ICH NOCH NIE
(Così felice non son mai stato)

La vita è un’autosuggestione, soprattutto in tempi di crisi. Non sarebbe possibile sopportarla altrimenti se non edulcorandola, con le parole, gli sguardi, i gesti. Frank Knöpfel non smette mai di sorridere alla vita con i suoi raggianti occhi azzurri. A volte si spaccia per un uomo d’affari di Oslo, poi per un boss mafioso, altre volte per un esperto di borsa o un agente immobiliare, a seconda della convenienza. Il tema del millantatore prende spunto dal Gatto con gli stivali ed è al centro di molte altre opere cinematografiche. 

 

Kati Rickenbach
Incontro

Kati Rickenbach

La vita in un fumetto

Cagliari, Cineteca Sarda
Giovedì 7 febbraio 2013, ore 20,00

Nata a Basilea nel 1980, compie gli studi all’Accademia d’Arte di Lucerna e alla HAW di Amburgo. Dal 2005 è fumettista e illustratrice. Ottiene la notorietà grazie alla serie di fumetti Zyri, pubblicata sul settimanale “Züritipp” di Zurigo. Nel 2007 esce il suo primo libro, Filmriss, e nel 2011 il secondo, Jetzt kommt später, entrambi autobiografici. Pubblica in numerose riviste, tra cui “Orang”, “Strapazin”, “Flitter”, “Two Fast Colour”, “Blutt”. Tiene laboratori nelle scuole e disegna dal vivo in occasione di reading ed eventi artistici.  Partecipa a mostre e festival in Svizzera, Germania, Svezia, Norvegia, Italia, Russia, India e Cina. Ottiene importanti premi e borse di studio, tra cui il “Max und Moritz Preis” di Erlangen e il “Pro Helvetia Atelier” a Nuova Delhi. Vive a Zurigo, dove lavora come coeditrice per la rivista “Strapazin”.

Kati Rickenbach (…) trasmette al lettore il suo umorismo e il suo charme (…) grazie non solo al suo modo diretto di raccontare, ma anche al suo tratto vivace, che sembra veloce e sfuggevole, ma è in realtà sorprendentemente sicuro e maturo. [Christian Gasser]

Con Kati Rickenbach
Intervento di Elisabetta Randaccio