Cultura Tedesca
lingua italiano
lingua tedesca

CULTURA TEDESCA

1990-2015: 25° Anno della riunificazione della Germania
CULTURE MUSICALI A CONFRONTO 2015

1990-2015: 25° Anno della riunificazione della Germania

Concerto per violoncello e pianoforte


Cagliari, 22 Dicembre 2015 – ore 21,00

Fondazione “Giuseppe Siotto” – Palazzo Siotto
Via dei Genovesi 114

Concerto per violoncello e pianoforte

con
Marco Ravasio (violoncello) e Andrea Sarigu (pianoforte)

In collaborazione con Fondazione “Giuseppe Siotto”
Col patrocinio di Goethe-Institut, Comune di Cagliari

Ingresso libero e gratuito

______________________

Il concerto “Culture musicali a confronto”, che l’ACIT Cagliari organizza fin dalla sua costituzione nel 1992, è dedicato quest’anno al 25° anniversario della riunificazione tedesca. Nel 1990, infatti, grazie al coraggio di centinaia di migliaia di persone che si opposero alla dittatura della SED nella Germania est e portarono all’apertura del Muro di Berlino, la Germania poté riottenere la propria unità in pace e libertà. 

Marco Ravasio e Andrea Sarigu, vent’anni di amicizia e collaborazione artistica al servizio umile della musica e del suo imperativo assoluto bisogno di suscitare emozioni, rendono omaggio alla musica tedesca dell’800 e della Vienna Imperiale in occasione del venticinquennale della riunificazione delle due Germanie.

______________________

PROGRAMMA
Ludwig van Beethoven (1770-1827)
Sonata in sol minore op. 5 n. 2
Adagio – Allegro – Rondò

Franz Schubert (1797-1828)
Adagio dall’Arpeggione D 821

Felix Mendelssohn (1809-1847)
Dai Lieder ohne Worte 

Max Bruch (1838-1920)
Kol Nidrei op. 47

Johannes Brahms (1833-1897)
Minuetto dalla Sonata op. 38

______________________________

MARCO RAVASIO
Nella sua lunga carriera di violoncellista ha dato vita a numerose formazioni, tra le quali il Quartetto Ravasio insieme ai fratelli, l’Ensemble Barocco Italiano, il Trio d’archi di Milano e l’Orchestra d’archi Amadeus Ensemble con Guido Felizzi. Nel 1983 vince il Primo Premio per Musica da Camera al IV Concorso Internazionale di Stresa in Duo con Roberto Scarpa Meylougan, grazie al quale incide con Ars Nova il suo primo disco solista con le Suites di J. S. Bach unitamente a sue composizioni per violoncello. Registra per diverse case discografiche, tra cui la Sony Music, e tiene concerti in Italia e all’estero, cercando di far avvicinare alla musica soprattutto i giovani e i “non addetti ai lavori”. Nascono così i Cicli “Da Bach ai Beatles”, “Te la do io la classica”, “I concerti spiegati”, “Tre giorni Barocca, quasi una piccola Woodstock”, con i quali si esibisce in tutta Italia e partecipa a diverse trasmissioni televisive e radiofoniche. Ricopre la cattedra d’insegnamento di Musica da Camera presso i Conservatori di Firenze, Cagliari, Genova e infine Milano. Suona un violoncello di Scuola Guarneri del 1734, appartenuto a Ugo Nastrucci, Primo Violoncello alla Scala di Milano, e un “Testore” del 1711 montato barocco con corde di budello. 

ANDREA SARIGU
Brillantemente diplomato in organo e composizione organistica al Conservatorio di Cagliari nella classe della prof.ssa Maria Teresa Nano, inizia gli studi musicali all’età di sei anni, dapprima con Salvatore Spano e poi con Antonella Ferru. Vincitore del primo premio assoluto per la categoria organistica al concorso indetto nel 2000 dalla Società Umanitaria, dal 2004 collabora come organista e continuista con l’Ensemble torinese J. S. Bach. Nell’estate del 2005 è organista presso la Cattedrale di Wiesbaden. Nel 2006 è finalista al Concorso organistico “Marcello Galanti” presso la città di Mondaino e nell’estate dello stesso anno inaugura dopo il restauro il prestigioso organo da concerto “Mascioni” della Cattedrale di Cagliari e il “Tamburini” della Chiesa di S. Maria di Betlem di Sassari. Ha al suo attivo numerosi concerti in Italia e all’estero. È organista titolare presso la Cattedrale di Cagliari e la Parrocchia Collegiata di S. Anna; è membro della Commissione Diocesana di Musica Sacra e della Commissione Diocesana Liturgica presso la Arcidiocesi di Cagliari. Oltre l’attività concertistica, è direttore di tre formazioni corali e docente presso il Seminario minore dell’Arcidiocesi di Cagliari.

 

HELDEN WIE WIR / EROI COME NOI
Cinema Tedesco Oggi 2015

HELDEN WIE WIR / EROI COME NOI

Vite STRAordinarie nel cinema tedesco

Cagliari, Cineteca Sarda - Cinema Odissea
Dal 2 Ottobre al 15 Dicembre

 

CINETECA SARDA
Cagliari, Viale Trieste 126

____________________

VENERDÌ 2 OTTOBRE
ore 21

Helden wie wir

Regia: Sebastian Peterson
93 min.
Germania 1999

____________________

MARTEDÌ 13 OTTOBRE
ore 21

Der Verdacht

Regia: Frank Beyer
97 min.
Germania 1991

____________________

MARTEDÌ 20 OTTOBRE
ore 21

Football Under Cover

Regia: Ayat Najafi, David Assmann
86 min.
Germania 2007

____________________

MARTEDÌ 27 OTTOBRE
ore 21

Sein letztes Rennen

Regia: Kilian Riedhof
114 min.
Germania 2013

____________________

MARTEDÌ 3 NOVEMBRE
ore 21

Underdogs

Regia: Jan Hinrik Drevs
94 min.
Germania 2009

____________________

MARTEDÌ 10 NOVEMBRE
ore 21

Captain Berlin versus Hitler

Regia: Jörg Buttgereit
75 min.
Germania 2009

____________________
____________________

 

CINEMA ODISSEA
Cagliari, Viale Trieste 84

____________________

MERCOLEDÌ 11 NOVEMBRE
ore 19.15

Die andere Heimat.
Chronik einer Sehnsucht

Regia: Edgar Reitz
221 min.
Germania Francia 2014

____________________

MARTEDÌ 17 NOVEMBRE
ore 21.15

Hotel Lux

Regia: Leander Haußmann
102 min.
Germania 2011

____________________

MARTEDÌ 24 NOVEMBRE
ore 21.15

Kohlhaas oder die Verhältnismäßigkeit
der Mittel

Regia: Aron Lehmann
90 min.
Germania 2012

____________________

MARTEDÌ 1 DICEMBRE
ore 21.15

Tore tanzt

Regia:Katrin Gebbe
110 min.
Germania 2013

____________________

MERCOLEDÌ 9 DICEMBRE
ore 21.15

Love Steaks

Regia: Jakob Lass
89 min.
Germania 2013

____________________

MERCOLEDÌ 15 DICEMBRE
ore 21.15

Zwischen Welten

Regia: Feo Aladag
98 min.
Germania 2014

 

L’uomo perbene. Le lettere segrete di Heinrich Himmler
MEMORIA E PRESENTE

L’uomo perbene. Le lettere segrete di Heinrich Himmler

Proiezione del film documentario

Cinema Odissea, Viale Trieste 84
16 Febbraio 2015, ore 19

Regia di Vanessa Lapa
Israele, Austria, Germania 2014, 94’, versione originale con sottotitoli in italiano

Interviene
Prof. Claudio Natoli
Ordinario di Storia Contemporanea, Università di Cagliari

In collaborazione con Spazio 2001

Col patrocinio di Goethe Institut, Comune di Cagliari

Ingresso libero e gratuito

 

Nell’ambito delle iniziative per la Giornata della Memoria 2015, l’ACIT Cagliari presenta il pluripremiato film documentario della regista israelo-belga Vanessa Lapa, che, in otto anni di ricerche, ricostruisce attraverso materiali e documenti inediti la figura di Heinrich Himmler.

Come il film Hannah Arendt di Margarethe von Trotta su Adolf Eichmann, l’uomo “banale e mediocre”, responsabile della deportazione e della morte di milioni di Ebrei, anche il documentario di Vanessa Lapa, che si concentra sul capo delle SS, Heinrich Himmler, vuole rispondere a una serie di interrogativi per comprendere la “banalità del male”. Com’è accaduto che un uomo, un cattolico-nazionalista della classe media, potesse diventare il braccio destro di Hitler, il responsabile dell’ideazione, dello sviluppo ed esecuzione delle strategie che portarono allo sterminio di milioni di ebrei, comunisti, testimoni di Geova, omosessuali, dissidenti e Rom? Da dove nasce questa ideologia? Come vedeva se stesso e com’era visto in privato – dalla moglie Margarete, dalla figlia Gudrun e dall’amante Hedwig? Com’è stato possibile che l’uomo che tanto elogiava le cosiddette virtù tedesche, come l’ordine, la decenza e la bontà, quando scriveva a casa, e nel bel mezzo della guerra e della Soluzione Finale, affermasse: “Malgrado tutto il lavoro, sto bene e dormo bene”? Come può un uomo diventare un eroe ai propri occhi ed essere uno sterminatore di massa agli occhi del mondo?

Interviene Prof. Claudio Natoli, ordinario di storia contemporanea e profondo conoscitore della Germania nazionalsocialista.

L’iniziativa dell’ACIT Cagliari è realizzata in collaborazione con Spazio 2001 e col patrocinio del Centro di Cultura Tedesca Goethe-Institut e del Comune di Cagliari.